ARRIVA LA CORONA-WARN-APP
Con la Corona-Warn-App tutti possono contribuire a spezzare rapidamente le catene di contagio. L'app trasforma lo smartphone in un vero e proprio allarme anti-infezione, informandoci se abbiamo avuto contatti con una persona che sia risultata positiva al test. In questo modo possiamo proteggere noi stessi e gli altri, ma anche la nostra privacy, poiché l’app non registra il nostro nome né la nostra posizione.

 
 


MAGGIORI INFORMAZIONI QUI
 

Referendum Costituzionale 20-21 settembre 2020 - Voto per corrispondenza dei cittadini italiani residenti all’estero

Con decreto del Presidente della Repubblica del 17 luglio 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 luglio 2020, è stata fissata al 20-21 settembre 2020 la data del referendum confermativo popolare, originariamente indetto per il 29 marzo e poi sospeso, sul testo di legge costituzionale recante “modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, che vedrà coinvolti anche i cittadini italiani residenti all’estero.

COVID19: Informazioni ufficiali attuali in italiano

Info aggiornate su codici di comportamento, regole e servizi relativi alla pandemia di Covid-19 in Germania, in italiano e altre lingue. 
A cura del Commissario del Governo Federale per la migrazione, i rifugiati e l'integrazione

Guida "Primi passi in Germania per la 3° età"

Un nuovo capitolo nella fruttuosa collaborazione fra l’Intercomites e l’Ambasciata d’Italia a Berlino, che ha già portato alla realizzazione di guide destinate agli Italiani in Germania pensate per facilitare l’integrazione dei connazionali e l'accesso alle risorse disponibili nel sistema tedesco

NOVITÁ: Sussidi alle imprese Überbrückungshilfen

Da luglio le piccole e medie imprese tedesche particolarmente colpite dalla crisi potranno richiedere per il periodo estivo nuovi sussidi pubblici al fine di evitare un'ondata di fallimenti. I nuovi aiuti sono destinati in particolare a ristoranti, bar, pub, ma anche ostelli della gioventù, attività di vacanza studio e agenzie di viaggio, nonché strutture per disabili e associazioni sportive a livello agonistico. Le domande dovrebbero in ogni caso poter provenire da tutti i settori dell'economia. Le aziende devono dimostrare che il loro fatturato in aprile e maggio è diminuito di almeno il 60% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. 

BERLINO: 6° ordinanza, misure di contenimento COVID-19

Il testo in italiano della sesta ordinanza del Senato di Berlino, relativa alle nuove misure di contenimento del virus COVID19. La presente Ordinanza é entrata in vigore il sabato 9 maggio 2020 in tutto il Land di Berlino.

PROROGA DI VALIDITÀ DI DOCUMENTI e PATENTI

L’art. 104 del DL 18/2020 ha disposto la proroga di validità dei documenti italiani di riconoscimento

Hotline di supporto psicologico gratuita Covid19

L’associazione Salutare e.V. di Berlino ha creato una hotline di supporto psicologico in lingua italiana accessibile in anonimato dalle 10 alle 12 di ogni giorno della settimana.

NUOVE MODALITÀ DI RICEZIONE DEL PUBBLICO CANCELLERIA CONSOLARE E AMBASCIATA

1° appuntamento: #NoiCiSiamo! Domande agli esperti sull'emergenza Coronavirus

30 aprile 2019

Agevolazioni per chi trasferisce la residenza in Italia (Decreto legge del 30 aprile 2019, n. 34, art. 5, "Rientro dei cervelli")

 

Il c.d. "Decreto Crescita" (Decreto legge 30 aprile 2019, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58) prevede all'articolo 5 alcune misure specifiche per incentivare il "rientro dei cervelli", attraverso benefici fiscali in favore di lavoratori, docenti e ricercatori, nonché di pensionati e sportivi professionisti che decidano di trasferire la propria residenza in Italia.

L'effettiva applicazione dei benefici dipende dalla situazione personale di ciascun contribuente. 
Fanno fede i testi normativi e le istruzioni fornite dall'Agenzia delle Entrate.

 

Legge 28 giugno 2019, n. 58, art. 5: "Rientro dei cervelli"

 

Tabella riepilogativa delle agevolazioni

 

75° anniversario a Ravensbrück

Presidente del Senato a Berlino

Premio Comites Italiano dell'anno 2019

STORIA E MEMORIA DELLE DEPORTAZIONI NAZISTE - CORSO GRATUITO A DISTANZA

É online su eduopen.org, piattaforma universitaria per l’attività didattica a distanza, il corso sulla storia della deportazione voluto e realizzato dall’Associazione Italiana ex-Deportati nei campi nazisti, con la quale il nostro Comites ha avuto l'onore di collaborare in occasione delle nostre visite al memoriale di Ravensbrück. Continua a leggere

Incontro: UNA COSTITUZIONE PER L'EUROPA?

Un incontro dedicato al presente e al futuro dell'Europa. Con  la mderazione del Prof. Gregor Fitzi, co-Direttore del Centro di studi sulla cittadinanza Uni Potsdam, Avv. Wilma VISCARDINI già membro del Servizio giuridico della Commissione europea, Dr. Beda ROMANO del Sole 24 Ore e il Prof. Gino SCACCIA, autore e costituzionalista.

Ciclo di incontri BENVENUTI A BERLINO

Una fortunata serie di incontri sviluppata dal Comites di Berlino insieme all' Ambasciata d' Italia e a Il Mitte - Quotidiano per italofoni.
Tasse, sistema sanitario, sistema scolastico, lavoro  cultura e tanti altri argomenti per scoprire Berlino, sviluppati in un dibattito con esperti moderati dal direttore del quotidiano Lucia Conti,

Libro: Viaggio tra gli italiani all'estero

L'Istituto Italiano di Cultura a Berlino organizza la presentazione del volume "Viaggio tra gli Italiani all'Estero", Con dr. Edith Pichler e Prof. Alessandro Cavalli.

Non è solo la tanto citata «fuga dei cervelli» che viene analizzata in questo volume. Ma più in generale il fenomeno di una nuova emigrazione...

Incontro: QUO VADIS EUROPA

Il Comites ha organizzato una serata informativa sul voto europeo.
Con la Dott.ssa Alina Gerke, Parlamento Europeo Ufficio in Germania, Prof. Gregor Fitzi, co-direttore del Centro di studi sulla cittadinanza all’Uni Potsdam, che ha approfondito il tema dell'ascesa del populismo in Europa e dello scrittore, economista e Edoardo Laudisi.

++COMUNICATO COMITES BERLINO++
 

Nella notte fra il 23 e il 24 gennaio 2020, a Mondovì, ignoti hanno imbrattato la porta d’ingresso della casa di Aldo Rolfi, situata nella via intitolata a sua madre Lidia Beccaria Rolfi, con la scritta “Juden Hier”.

 

Il Com.It.Es. Berlino testimonia la sua incondizionata solidarietà ad Aldo Rolfi e condanna senza appello questo gesto vergognoso, che offende la memoria di tutte le vittime della Shoah. Questo Com.It.Es. ha avuto il grande onore di conoscere e ospitare Aldo Rolfi in occasione delle nostre celebrazioni per la Giornata della Memoria, nel 2018 e nel 2019. Aldo ci ha accompagnato, in qualità di instancabile e generoso testimone, nella visita al memoriale di quello che fu il campo di concentramento femminile di Ravensbrück, nel quale furono internate moltissime donne italiane, fra le quali sua madre, Lidia Beccaria Rolfi, arrestata in quanto staffetta partigiana.

 

A Ravensbrück c’erano soprattutto prigioniere politiche provenienti da tutta Europa, ma anche donne ebree, Testimoni di Geova e molte altre, spesso insieme ai loro bambini. Lidia Beccaria Rolfi, sopravvissuta alla tremenda esperienza del lager, raccolse le sue memorie in due libri:
"Le donne di Ravensbrück” e “L' esile filo della memoria”.

 

Gesti inqualificabili come quello accaduto a Mondovì evidenziano, ancora una volta, la necessità di preservare la memoria, come unico antidoto alle degenerazioni presenti e future. Per questo il Com.It.Es. Berlino si impegna a proseguire nel lavoro di recupero e trasmissione di testimonianze come quelle di Lidia Beccaria Rolfi, al fianco di Aldo Rolfi, di tutti i parenti e discendenti dei sopravvissuti ai crimini contro l’umanità, compiuti dai due regimi dittatoriali nazisti e fascisti, e di tutti coloro che intendono impegnarsi nella costruzione di un futuro nel quale gli orrori dei lager e delle persecuzioni non possano ripetersi.

 


Nuove procedure per esportazione veicoli immatricolati in Italia

 

Dal 1° gennaio 2020, con l’entrata in vigore delle modifiche all’art. 103 Codice della Strada (D.Lgs. n. 285/1992), chi intende esportare definitivamente il veicolo dall’Italia all’estero dovrà preventivamente cancellare il veicolo dal PRA in Italia, a condizione di aver proceduto a revisione/controllo tecnico del veicolo, con esito positivo, in data non anteriore a sei mesi rispetto alla data in cui si chiede la cancellazione stessa.

 

Una volta effettuata la radiazione, il veicolo cancellato potrà circolare su strada per raggiungere i transiti di confine per l’esportazione solo se munito del foglio di via e della targa provvisoria prevista dall'art. 99 del Codice della Strada. In fase di prima applicazione della nuova disciplina il veicolo radiato sarà munito anche della carta di circolazione originale annullata per esportazione e non valida per la circolazione.
Per i veicoli esportati entro il 31 dicembre 2019, sarà ancora ammessa la possibilità di richiedere la cancellazione successivamente alla definitiva reimmatricolazione all’estero, per il tramite degli Uffici consolari secondo le istruzioni operative consultabili sul sito www.aci.it alla sezione servizi/guida-utili/guida-pratiche-auto/esportazione, allegando copia della carta di circolazione estera rilasciata in data anteriore al 1° gennaio 2020.
Pertanto la radiazione dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico) potrà essere richiesta per il tramite degli Uffici consolari italiani all’estero solo per autoveicoli che siano stati immatricolati all’estero prima del 31.12.2019.

Leggi tutto


Comites Berlin

Sybelstraße 39
10629 Berlin

 

Tel  +49 30 816160094

Fax +49 30 816160099

 

Druckversion Druckversion | Sitemap
© Comites-Berlin